Foodchain: 5 tappe di un viaggio nel food-tech

Foodchain, è una società per azioni italiana nata nel 2016 dalla fusione di due piccole società Block e Kaboom.

L’azienda sfrutta la tecnologia Quadrans per tracciare e rintracciare ogni elemento che compone la filiera alimentare dall’origine al consumatore finale, contro le contraffazioni, a sostegno della valorizzazione del Made in Italy. La caratteristica principale è che consente di superare alcune criticità come la privacy, la scalabilità, la fluttuazione del valore del coin e, quindi, del costo delle transazioni.

Avvalendosi di questa specifica infrastruttura, l’azienda dà alla trasparenza un valore imprescindibile, garantendo provenienza, qualità e valore del cibo a tutela di chi produce ed a beneficio del consumatore, rendendo le informazioni accessibili e condivisibili tramite tutti i dispositivi mobili.

Quadrans blockchain, di cui si serve Foodchain, è un’infrastruttura open source per lo sviluppo di applicazioni come il food tech aperta anche alle startup.

Davide Costa, CEO di Foodchain, ci racconta come sono venuti in contatto con l‘infrastruttura blockchain e quali sono i vantaggi per il modello di business su cui l’azienda è nata e si sta evolvendo. Durante questa intervista, appaiono evidenti anche i vantaggi che il binomio Blockchain e Digital Marketing, portano allo sviluppo del business delle aziende.

Se vuoi capire meglio che cos’è la tecnologia blockchain e stai valutando l’idea di entrare a far parte dell’universo virtuale come professionista, dai un’occhiata al Master Blockchain per cambiare la tua vita professionale e avvicinarti al mondo del lavoro grazie alle piattaforme dei registri distribuiti.

Continuando nella lettura, sarai accompagnato in un viaggio virtuale tra i fondamenti della tecnologia blockchain applicati al mondo del food-tech di Foodchain.

 

Cos’è Foodchain e come è nata l’idea?

Foodchain nasce nel 2016 e sostanzialmente crea un’applicazione basata sulla tecnologia blockchain che permette di raccontare la storia del prodotto. Con prodotto intendiamo specialmente il Made in Italy, quindi a sua tutela e difesa.

Creiamo il cosiddetto “gemello digitale” per le filiere delle migliori eccellenze in Italia e lo inseriamo all’interno della blockchain con tutti i vantaggi di autenticità e garanzia che questa tecnologia porta con sé.

In Foodchain creiamo un QRcode che può essere apposto sui prodotti a beneficio del consumatore finale, in Italia ma soprattutto all’estero.

 

Come siete venuti in contatto con la Blockchain?

Il primo impatto di Foodchain con la blockchain è stato con il Bitcoin nel lontano 2012, quando abbiamo iniziato a cercare di capire la rivoluzione che c’era alla base di questa tecnologia innovativa.

Lo abbiamo capito ed abbiamo cercato di entrare in contatto con con questa realtà nuova, che all’epoca era una cosa fantascientifica e per pochi adepti.

Abbiamo preso qualche colpo, ovviamente e ci siamo anche fatti del male, dopodiché abbiamo deciso di applicare la stessa tecnologia che è alla base del Bitcoin in ambito industriale, in particolare ai settori food, tessile, farmaceutico ed energetico.

 

Quali i vantaggi della Blockchain per il vostro business?

Il vantaggio principale dell’utilizzo della catena di blocchi in Foodchain è proprio quello che inizialmente avevamo visto nel Bitcoin, cioè il fatto che la tecnologia blockchain porta a disintermediazione, decentralizzazione e trasparenza.

Quindi tutti questi principi, applicati alla filiera agroalimentare in ottica di sostenibilità, sia energetica che ecologica di qualunque tipo, portano alle aziende, in particolar modo a quelle italiane, evidenti vantaggi competitivi sul mercato.

Questi vantaggi sono maggiormente evidenti rispetto ad aziende estere che non sono Made in Italy e non raccontano la storia del proprio prodotto ai clienti. Vogliamo trasferire tutto questo vantaggio, il nostro know-how acquisito e metterlo a disposizione delle eccellenze italiane.

 

Blockchain e digital marketing: cosa cambierà?

Ciò che noi in Foodchain vediamo, e l’aspetto sul quale stiamo lavorando, è quello di una vera e propria interazione con la tecnologia blockchain, che è un tema molto dibattuto perché per molti è un’infrastruttura alla quale è difficile accedere e con la quale sembra difficoltoso interagire.

Noi stiamo studiando degli strumenti per renderlo facile, evidenziando quanto possa essere utile e anche divertente, perché no?

Se una cosa non ci piace non la facciamo tanto volentieri e per incentivare l’engagement verso i prodotti di massa, trovo che l’NFT sia lo strumento principale per la sinergia tra la tecnologia blockchain e digital marketing.

Secondo noi l’NFT, potrebbe essere lo strumento che permetterà a tutti un giorno di toccare con mano la tecnologia blockchain. Chiaramente esistono altri strumenti per avvicinare l’utente verso questo nuovo universo. Comunque sia, secondo la nostra esperienza, quella sarà la direzione in cui andare.

 

Che futuro prevede per la blockchain in Italia?

Devo dire, avendo vissuto il settore da diversi anni, che le cose sono andate sempre meglio. Quando nel 2016 si parlava di tecnologia blockchain non eravamo molto considerati, a maggior ragione che per Foodchain si tratta di parlare di tecnologia blockchain applicata al mondo agroalimentare.

Oggi diciamo che il tema è sdoganato, soprattutto nel settore in cui noi ci troviamo, anche se resta ancora oggi una piccola nicchia all’interno dell’universo virtuale.

Secondo me il futuro della blockchain nelle aziende è molto buono. Vedo continuamente nuovi player che, come Foodchain, che vogliono entrare all’interno del network perché hanno capito i vantaggi, ma non voglio soffermarmi solo su questa nicchia.

Più in generale, l’adozione di blockchain e criptovalute, anche se non ancora completamente normata a livello governativo, secondo me sarà un crescendo esponenziale di anno in anno, quindi vedo un futuro molto roseo.

 

Conclusioni

La realtà dell’azienda Foodchain è sicuramente interessante ed innovativa. Ciò che traspare dalle parole del Sig. Costa sono la fiducia rispetto all’impatto positivo delle tecnologie blockchain nonché la soddisfazione per averci creduto fin da subito ed essere stati tra i pionieri in Italia nel settore del food tech.

Capire come e dove si applica la blockchain oggi, come sta già facendo con successo Foodchain, rappresenterà sempre di più un valore aggiunto per posizionarsi nel mondo del lavoro e far crescere il proprio business.

Se hai appena avviato una startup e ti interessa capire a cosa può servire la blockchain o se ancora, ti piacerebbe acquisire le competenze giuste ed avviare una professione collaborando con aziende come Foodchain che sfruttano i vantaggi della catena di blocchi, non ti resta che fare il primo passo.

CONTATTACI

Laura Mandaradoni

Laura Mandaradoni

Creatività e analisi sono il mio binomio vincente. Le difficoltà rappresentano un’opportunità per migliorare le mie competenze ed imparare qualcosa di nuovo. Sono affascinata dal Digital Marketing e soprattutto da tutto ciò che riguarda il Content Marketing e la SEO Copywriting. Appassionata di parole e algoritmi, mi piace trasformare concetti complessi in contenuti coinvolgenti ottimizzati per i motori di ricerca. In costante ricerca di nuove sfide linguistiche da affrontare, unisco l’arte delle parole con la scienza dei motori di ricerca per scalare con successo la SERP. Mi piace creare con le parole un ponte tra emozione ed ottimizzazione. SEO Copywriter con passione e strategia: trasformare un testo in un successo è ciò che mi propongo di fare.

REGISTRATI ORA!!!

corso blockchain jobs gratuito 600x600

CHIEDI COME DIVENTARE PROFESSIONISTA DELLA BLOCKCHAIN

Recensioni Digital Coach su Google

SCARICA L'EBOOK

Ebook Professioni Digitali

QUALE PROFESSIONE SCEGLIERE?

Fai il Test sulla Tua Professione ideale




0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *